“Il lieto annuncio che abbiamo ricevuto deve essere comunicato: è un’urgenza per noi. Con le parole e con tutta la nostra vita desideriamo aiutare gli uomini ad incontrare Dio”.

Cost. 25

I Documenti della CEI di questi ultimi anni ci offrono delle analisi della realtà italiana che evidenziano il bisogno di spiritualità e di trascendenza.

Saper cogliere e dare risposte al bisogno di spiritualità e alla ricerca di senso significa per noi educare alla relazione con Dio e con i fratelli. Per questo la proposta di cammini spirituali non è mai disgiunta dalla proposta di cammini di servizio concreto alle persone soprattutto i più poveri.

Alcune di noi, di diverse generazioni, sono impegnate direttamente nell’accompagnamento spirituale di persone e di coppie.

Abbiamo presente a volte anche la formazione di chi vuole a sua volta accompagnare.

Spesso il luogo per incontrare le  persone è la stessa comunità, a volte diventano poi amici, oppure partecipano alla Messa o alla preghiera della comunità.

Altre volte incontriamo le persone nelle parrocchie dove lavoriamo, oppure presso le case dei Gesuiti con cui collaboriamo.