Skip to content

suoreausiliatrici

PDF Print option in slimbox / lytebox? (info) E-mail

AUSILIATRICI NEL MONDO 

"Spinte dal movimento di solidarietà riceviamo, rendendo grazie, l'universalità della nostra missione e siamo disponibili ad andare in qualsiasi luogo." (Cost. 22)

La richiesta del vescovo di mandare delle Ausiliatrici in Cina fece scoprire a Maria della Provvidenza una dimensione più ampia della vocazione: "Andare dalle profondità del Purgatorio fino agli estremi confini della terra".


Questa "seconda fondazione" sarà fonte di un profondo dinamismo, capace di sostenere, poi, gli inserimenti delle Ausiliatrici in una ventina di Paesi, dall’occidente all’oriente, dal nord al sud, attraverso guerre e conflitti, locali o mondiali, vivendo così momenti di crisi e di speranza.
 

Image

Immagine dipinta da sr. M. Letizia Burchi

Image

UN PO' DI STORIA


di sr. Françoise Loumaye, Roma

* In Francia, dopo la nascita delle prime comunità a Parigi (1856) e a Nantes (1864), le Ausiliatrici sono chiamate a Cannes, Orléans, Lourdes, Reims e si inseriscono in diverse città curando i malati poveri, dedicandosi alla catechesi e cercando con tutti i mezzi di "aiutare i più abbandonati di questo mondo e dell'altro". Le Ausiliatrici francesi saranno all'origine di varie fondazioni vicine o lontane. 

* La Cina! Dal 1867 la prima missione in terre lontane ha significato formare centinaia di ragazze e donne, accogliere gli orfani poveri, curare i malati a Zi Ka Wei, Shanghaï, Yang-Chow, Pechino. Ma anche creare altri Istituti di suore cinesi.

La missione si chiude nel 1952: le missionarie sono espulse dalla rivoluzione maoista e un centinaio di suore cinesi disperse o mandate in campi di lavoro.

Nel 1955 e nel 1960 due nuove inserzioni saranno possibili a Hong Kong e Taiwan e, in seguito, alcuni legami verranno ristabiliti con le suore del continente.

Image

* La diffusione rapida delle comunità in Europa , tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900, in risposta a chiamate di benefattrici, sacerdoti o vescovi, coincide con il periodo delle leggi laiche in Francia e la paura delle espulsioni.

Le "suore francesi", già presenti in Belgio dal 1870, arrivano in Italia (Torino) nel 1880 per cercare un rifugio e lo stesso avverrà, qualche anno dopo, in Austria, Svizzera e Spagna. Erano già state chiamate nel 1873 in Gran Bretagna, dove il vescovo cattolico di Londra desiderava un aiuto per i poveri della città e per i defunti.

Read More

Image

Dappertutto le suore curano i malati poveri nelle case, si occupano della catechesi per bambini e adulti, propongono ritiri ed esercizi spirituali per le persone più diverse.

Nel 1982 nascono nuove comunità in Germania e, dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, le Ausiliatrici si inseriscono in Ungheria e in Romania.

  * In America le suore sbarcano negli Stati Uniti nel 1892, chiamate dai Gesuiti e dal vescovo di New York e si dedicano ai poveri e alla catechesi. Sono in prima linea nella difesa delle persone di colore a San Louis e a Los Angeles, con i cinesi poveri a San Francisco, con gli ispanici a Chicago. Dopo la seconda guerra mondiale iniziano le fondazioni in Messico (1947) e in Canada (1949), a Granby e Montreal. In America Latina, il carisma si comunica tramite le comunità di Città del Messico, Cuernavaca, Jiutepec, Veracruz, Mexicali, Xalisco, in Chiapas. Dal Messico le Ausiliatrici andranno poi in Colombia, Nicaragua, Salvador e saranno presenti qualche anno in Argentina e Brasile, impegnate nell'evangelizzazione e in progetti di educazione e solidarietà con i più poveri.
Image

* La missione in Asia fu rilanciata nel 1935 con la fondazione in Giappone, paese a grande tradizione scintoista e buddista. A Hiroshima la comunità, insieme ai Padri Gesuiti, sarà vicina alla popolazione nella tragedia della bomba atomica, nell'agosto del ‘43. Le suore, presenti anche a Tokyo, Kurosaki, Kobe, Urawa, Osaka, cercano di comunicare i valori cristiani tramite l'educazione dei bambini e l'università dei Gesuiti, così come attraverso l'accoglienza delle persone anziane ed abbandonate e con una Nel 1994 il vescovo di Calcutta chiamerà le Ausiliatrici, riconoscendo nel carisma dell'Istituto un messaggio adatto al popolo dell'India; le suore sono impegnate nell'educazione delle ragazze che vengono dalle campagne. 

Image

* Infine, l'Istituto è presente in Africa dal 1954 , chiamato in Ruanda per l'insegnamento alle ragazze; inoltre le suore animano centri socio-sanitari nelle colline e si impegnano nella difesa dei diritti, nella cura dei carcerati, delle vedove, dei ragazzi di strada... Seguirà, nel 1957, la missione in Ciad per l'evangelizzazione, l'educazione delle donne e dei giovani, l'insegnamento teologico, insieme a impegni professionali in ospedali e centri di salute. Dal 2000 l'inserzione in Camerun (Yaoundé) permette di assicurare la formazione delle giovani suore. In questi paesi le suore condividono le condizioni di vita precarie della popolazione, cercando di operare per la riconciliazione e di essere "mediatrici della speranza", secondo l'espressione delle suore ruandesi.

Last Updated on Sunday, 13 March 2016 18:23