Skip to content

suoreausiliatrici

PDF Print option in slimbox / lytebox? (info) E-mail

LE TAPPE DEL CAMMINO FORMATIVO

io

Molte ragazze ci contattano perchè, dopo aver scoperto la spiritualità ignaziana ed essere state a contatto con i gesuiti, cercano una vita religiosa femminile che assomigli a quella della Compagnia di Gesù. Ci chiedono così in cosa consista la formazione e, poi, la nostra vita.

Le congregazioni femminili che vivono della spiritualità ignaziana sono diverse e più o meno presenti a seconda dei Paesi (suore del Cenacolo, religiose di Nazareth, Ancelle, Compagnia di Maria, Religiose di Maria Ausiliatrice, suore del s. Cuore,.....) per fare qualche citazione. Alcune sono state fondate da gesuiti, altre da donne che sono entrate a contatto con la loro spiritualità, ma tutte hanno una propria caratteristica, un patrimonio spirituale che attinge sì a s. Ignazio di Loyola ma anche, e soprattutto, alla storia dell'Istituto stesso.

Noi siamo una congregazione ignaziana tra le altre. Nelle pagine relative alla storia puoi capire qualcosa sull'intuizione spirituale di Maria della Provvidenza, la nostra fondatrice: "non mettere confini all'amore di Dio, nemmeno tra vivi e defunti, ma andare dalle profondità del Purgatorio fino agli estremi confini della terra e lavorare per qualunque bene esso sia per aiutare l'uomo a realizzare il fine per cui è stato creato!"

Sicuramente la nostra formazione è molto simile a quella dei gesuiti: durante ogni tappa di formazione (dal pre-postulato, che noi chiamiamo pre-candidatura, alla candidatura, al noviziato, a tutti gli anni di voti temporanei) l'obiettivo è dare alla persona gli strumenti per approfondire il discernimento sulla propria vocazione, conoscere la storia, il carisma e la spiritualità dell'Istituto e sperimentarsi in un impegno apostolico che può essere molto vario e soprattutto di respiro universale (internazionale): tutto questo per capire se la vita ausiliatrice è quella che ci chiama.
Durante qusto percorso si aggiunge un minimo di studi di Scienze Religiose o Teologia (a seconda delle persone.... si reputa cosa è meglio ed opportuno), per avere un fondamento teologico appropriato e molte, di noi poi, approfondiscono la formazione come accompagnatrici spirituali e guide di esercizi ignaziani.

Queste sono le linee generali, ma il tutto è vissuto nel discernimento della singola suora con le superiore. Se necessario, ci si dà una formazione anche professionalizzante, dal momento che noi non abbiamo opere e strutture nostre e lavoriamo a contatto con la gente, nel territorio, secondo i nostri carismi, possibilità ed esigenze dell'Istituto.

Per noi la formazione, dunque, rimane un punto importante perchè è ciò che ci permette di entrare appieno nella realtà, con competenza.

La nostra vita comunitaria è a servizio della missione: abbiamo spesso orari di lavoro ed impegni diversi che ci chiedono una grande flessibilità. Ciò nonostante desideriamo vivere in comunione (e non solo sotto lo stesso tetto) nelle singole comunità e all'interno di tutto l'Istituto.

Collaboriamo con i gesuiti (perchè per noi tutto ciò che ruota intorno alla spiritualità ignaziana a livello di pedagogia, preghiera, accompagnamenti ed esercizi è centrale), ma collaboriamo tanto anche con parroci, associazioni, chiesa locale o organismi internazionali di vario genere (non necessariamente ignaziani). La scelta di non avere opere nostre ci chiede lo sforzo di collaborazione e di apertura a più ampio raggio e questo è per noi un arricchimento, da una parte, ed esprime la volontà di non chiuderci nel "nostro" mondo.

Ecco, questo è ciò che direi a chi è interessata a soddisfare le prime curiosità sulla nostra vita....

sr Lorena



Candidatura

Noviziato

Voti temporanei

Terz’anno

Voti perpetui

Last Updated on Wednesday, 28 January 2015 16:25